Torna indietro

Combattere Anemie e Infiammazioni con l'Ortica

ortica-fiore.jpg

Combattere anemie e infiammazioni con l'Ortica è possibile. Antireumatica, depuratrice del sangue, ottima per la salute dei capelli, di fegato e reni

Combattere anemie e infiammazioni con l’Ortica è possibile. Si raccoglie in primavera se le piantine non superano i 20 cm o in estate (qui solo 4-6 foglie), se le cime siano ancora in crescita e NON FIORITE. Poi possono essiccare per l’inverno. Oltre a combattere anemie e infiammazioni con l’Ortica, si fanno infusi che aiutano la digestione, disturbi a fegato e bile e le ulcere dello stomaco. 
La sua azione urticante è dovuta soprattutto a istamina, acido formico e serotonina contenute sulle foglie, essa scompare dopo 10-12 ore dalla raccolta (con i guanti!) lasciando i rametti non ancora lavati su un panno.
Proprietà dell’Ortica (Urtica dioica): antireumatica, migliora le anemie (stimola la produzione dei globuli rossi, contiene Ferro); depuratrice del sangue (e quindi anche utile per gli eczemi) e dei reni (ergo del mal di testa conseguente); antinfiammatoria (predisposizione ai raffreddori e malattie virali; aiuta a eliminare batteri dannosi); migliora stati di stanchezza ed esaurimento e le irritazioni dello stomaco. Dulcis in fundo l’Ortica è famosa per la sua benefica azione antiforfora e sui capelli.

L’Urtica dioica contiene vitamine A, C, K, ferro, calcio, magnesio, potassio e silicio. Ecco perché Combattere anemie e infiammazioni con l’Ortica è possibile. Nelle foglie giovani il contenuto proteico arriva al 20-30% della sostanza secca: si tratta di proteine bene assorbite dall’organismo, grazie alla bassa densità di fibre e cellulosa. Anemici, persone affaticate o in crescita ne traggono un grande vantaggio.
E’ evidente che, come antinfiammatorio, una tisana al giorno di ortica aiuta a prevenire le malattie di stagione, ancora meglio se associata a una spremuta di agrumi.
Tossicità: dosi eccessive possono provocare irritazione allo stomaco o bruciori alla pelle/dermatiti. Da non usare in caso di edemi dovuti a insufficienza cardiaca o renale o in gravidanza (ha proprietà emmenagoghe: favorisce il ciclo femminile)
Crepes all’ortica
3 uova, 30g di olio extrav. di oliva, 115g g di farina al 50% integrale e 50% kamut, un pugno di ortica lessata e non troppo strizzata (tagliata a pezzi), 150ml di latte parz. scremato (o latte di riso o solo acqua per intolleranze) + 150ml di acqua (o 300ml di latte senza acqua), 300g di ricotta o mozzarella (va bene anche il tofu): frullare tutto a parte ricotta o tofu. Una presa di sale.
Mettere un paio di mestoli in una padella piatta con un goccio di olio di oliva già bollente, abbassare la fiamma e girarla quando si è rappresa. Una volta pronta metterla su un piatto e riempirla con qualche cubetto di ricotta/mozzarella/tofu e arrotolare. Qualcuno ci mette del prosciutto o dei funghi trifolati al posto del formaggio…
Frittata all’ortica e risotto
due persone: come una normale frittata si fa cuocere una cipolla/2 scalogni piccoli (con un goccio di acqua e olio di oliva insieme), si mettono quasi subito due pugni di ortica lessata e strizzata tagliata a pezzi, (uno di tarassaco se piace) girare e aggiungere e tre uova sbattute e salate poco con una bella grattugiata di parmigiano. Per il risotto la base è la stessa, poi si provvede come un normale risotto alle verdure, aggiungendo mezzo bicchiere di vino bianco a metà cottura.

 

Scopri di più...

ricette-dietetiche.jpg

Ricette dietetiche

Si fa un gran parlare di diete e cucina dietetica e oramai termini come dieta e malattie della società moderna sono strettamente collegati. "Dieta" viene dal greco: "dìaita", sapete cosa significa? Il ...
Lun - Sab 9.00 - 19.00